Richiamo di Cthulhu

Quando muore un amico

- basta un telegramma -

Sono passati quattro anni dai misteriosi avvenimenti di Boston, quando siamo stati testimoni di accadimenti che avrebbero fatto impazzire la maggior parte delle persone.

In qualche modo siamo andati avanti con le nostre vite, ed io ho approfondito gli studi di questi antichi miti nel salotto letterario “Pot Book”, confrontandomi con alcune delle menti più fervide di New York.

Qualche giorno fa in qualche modo il “ritualismo” si è di nuovo affacciato nelle nostre vite. Un telegramma dal mio amico Elias arriva al mio salotto. Il mio amico mi richiede un team investigativo perche ha importanti novità sulla spedizione Carlyle. Chiamo Angie e raduniamo la vecchia squadra.

Jackson Elias ha molto studiato riti e culti nei posti più pericolosi del mondo, e la spedizione Carlyle è andata scomparsa molto tempo fa. Cosa può aver scoperto di nuovo il mio amico?

Egli non potrà più rivelarmelo perchè appena arrivati all’appuntamento sentiamo un urlo provenire dalla camera del suo hotel. Facciamo irruzione e scopriamo che tre individui lo hanno assassinato!

Cercano di uccidere anche noi ma li eliminiamo a nostra volta, lasciando in fin di vita l’individuo che sembrava guidarli, un bianco. Gli altri assassini erano negri.

Interrogati dalla polizia veniamo rilasciati ma non possiamo lasciare la città. Questo è quando abbiamo scoperto finora cercando di ricostruire gli ultimi attimi della vita di Elias.

  1. la spedizione Carlyle era partita alla volta dell’Egitto guidata dal playboy/imprenditore Carlyle, probabilmente alla ricerca di qualche stranezza
  2. sembra che la spedizione sia stata poi massacrata da alcuni cultisti/indigeni, e i corpi nascosti chissa dove, per chissa quale motivo ( Documenti e articoli di giornale che riguardano la dispersa spedizione Carlyle )
  3. sui corpi dei negri che abbiamo ucciso in hotel abbiamo rinvenuto uno strano simbolo , so che è legato a una certa “lingua scarlatta” anche se non ho idea di cosa possa essere
  4. il leader degli assassini aveva rubato alcune cose dal corpo senza vita di Elias, una fotografia, un biglietto da visita scritto a mano dallo stesso Elias, e una lettera proveniente da Harvard.
  5. Il biglietto delle Emerson Imports ci ha portato a scoprire che Elias stava cercando di rintracciare un tale Silas N’Kwane, che sembra possedere un negozio di chincaglierie provenienti proprio dai luoghi visitati dalla spedizione Carlyle, Ju-Ju House.
  6. Mrs Miriam di Harvard aveva scritto ad Elias che non avevano il libro che stava cercando. Di quale libro si tratterà mai?
    #la fotografia invece è stata scattata a Shangai, come ci hanno rivelato all’Ambasciata francese, ma per ora la nave su di essa ritratta non ha per noi alcun significato.

Dovremmo a questo punto:
1, contattare Mrs Miriam

2, rintracciare il signor N’Kwane

3, capire se l’assassino rimasto in vita è in grado di parlare e se vorrà svelarci qualcosa.

NON è la prima volta che membri appartenenti a questo culto si macchiano di crimini, specialmente nei dintorni di Harlem. Che siano sacrifici? Non oso pensarci. Era comunque la prima volta che si spingevano così in avanti, facendo irruzione in uno stimato hotel di NYC.

Mel Books

Comments

Non è il signor N’Kwame, è “quel negro di merda”… :D

Quando muore un amico
Emanu

I'm sorry, but we no longer support this web browser. Please upgrade your browser or install Chrome or Firefox to enjoy the full functionality of this site.